In primo piano Altre news Appuntamenti in agenda

In primo piano

4/11/2016

Consiglio generale sul referendum costituzionale

«Abbiamo scelto di convocare questo Consiglio generale in forma seminariale e allargata in via straordinaria anche a tutti i Consigli generali delle categorie e federazioni di Cisl Vicenza, per darci l’opportunità di un momento di informazione e formazione sul tema del referendum costituzionale sul quale come cittadini e cittadine, prima ancora che come uomini e donne del sindacato, saremo chiamati a esprimerci in libertà».

 

Raffaele Consiglio, segretario generale provinciale di Cisl Vicenza, è chiaro sugli obiettivi dell’appuntamento che oggi, a un mese esatto dal referendum, ha visto riunirsi presso l’Alfa Fiera Hotel oltre 300 tra operatori e delegati dell’organizzazione.

«Crediamo sia fondamentale innanzitutto garantire informazioni complete e comprensibili sull’impianto complessivo della riforma costituzionale e sul suo impatto potenziale, ben al di là del “fisiologico” dibattito politico che mette in campo, come sempre in tali occasioni, le diverse ragioni del sì e del no - spiega Consiglio -: solo costruendo consapevolezza intorno al tema, infatti, la scelta di voto potrà essere responsabile». «L’interesse che abbiamo sentito da parte di tanti lavoratori e cittadini intorno a questo referendum ci pare rivelare un segnale di rinata attenzione alla partecipazione e ai temi della politica - aggiunge -. Ancora di più per questo come sindacato, proprio a partire dai territori e dai luoghi di lavoro, ci sentiamo chiamati a fare corretta informazione e a dare il nostro contributo di idee e proposte».

 

E sulle possibili ripercussioni della riforma nell’assetto politico del Paese Consiglio precisa: «Certo non è la migliore delle riforme possibili, ma è da leggere come un possibile strumento di cambiamento e consentirà almeno di raddrizzare alcune palesi e pesanti storture del sistema».